January 31, 2016

May 2, 2015

Please reload

Recent Posts

Piccoli consigli per un gran tagliere di formaggi.

September 22, 2016

1/5
Please reload

Featured Posts

7 Consigli per migliorare le foto di Interni (Parte 2)

August 15, 2016

 

 

 

In questo post terminerò i suggerimenti iniziati nel precedente articolo a proposito del miglioramento delle foto di interni di strutture ricettive quali B&B, Agriturismi e Hotels.

 

 

4) Linee verticali

 

L’utilizzo di obiettivi grandangolari causa distorsione delle linee verticali, soprattutto se la macchina non è perfettamente in piano al momento dello scatto. Prendiamoci il tempo necessario per controllare il treppiede e la planarità della macchina. Tutto quanto non è dritto DEVE essere corretto in post produzione: in questo campo spesso la funzione Upright di Lightroom in fase di sviluppo fa davvero un ottimo lavoro.

Ripetiamo 10 volte il mantra: Le linee verticali devono essere verticali!

 

 

 

 

5) Finestre non sbiancate

 

L’errore più comune che si riscontra nelle foto di interni fatti da non professionisti è questo. Quando fotografiamo un interno e nel fotogramma deve apparire una finestra, dobbiamo gestire una differenza di luce sovente notevole tra l’esterno che traspare dai vetri e gli interni, di certo più scuri. Noi tenderemo ad esporre per gli interni e pertanto ne risulterà un eccesso di luce nelle finestre che tenderanno ad essere bruciate, quasi completamente bianche. E queste macchie di bianco attirano l'attenzione dello sguardo che non si sofferma sui particolari della camera.

Esistono molti metodi per ovviare a questo. Partendo dai più semplici,via via ai più complessi:

  1. Accendete tutte le luci nella stanza (ma spesso non basta affatto...);

  2. Scattare possibilmente al mattino o alla sera quando la luce esterna non è così forte;

  3. Effettuate più scatti a differenti esposizioni e poi unite come HDR in Lightroom, Photoshop o altri programmi appositi;

  4. Esponete per l’esterno e poi illuminate la stanza utilizzando flash o luci da studio in una sequenza di scatti che saranno poi da unire in Photoshop;

Nella foto qui sopra si nota come la sovraesposizione delle aree in cui sono presenti finestre vada a bruciare i dettagli.

 

Una corretta tecnica di scatto e di post-produzione consente di fare trasparire il dettaglio anche da queste aree a forte luminosità.

 

 

6) No rumore digitale

 

Personalmente odio la grana che si viene a creare quando in condizione di scarsa luce, aumentiamo la sensibiltà del sensore per avere un tempo di posa sufficiente a non effettuare il micro mosso.

Controllate sempre il settaggio degli ISO della vostra macchina: già che siamo su un treppiede, assicuratevi che sia a 100 o comunque al più basso valore permesso. 

Attenzione inoltre in fase di post produzione: se siamo nella condizione di dove schiarire troppo le ombre, possiamo generare in queste zone rumore digitale. Pensiamo a una soluzione in fase di scatto oppure tentiamo con la riduzione del rumore in fase di sviluppo.

 

 

7) La scelta

 

In fotografia si sente spesso che Meno è Meglio. Anche nella scelta di quali foto pubblicare sul sito di presentazione dobbiamo applicare questa regola. Poche immagini che coprano tutti gli ambienti della struttura ma di qualità eccelsa sono di certo assai meglio che diluire queste stesse immagini assieme a quelle non proprio venute bene. 

Quando il cliente avrà guardato le immagini, dovrà ancora aver voglia di dire “…e poi??”. Poche immagini ma ben fatte saranno una ottima arma per incuriosirlo ancora di più di più e convincerlo alla prenotazione.

 

 

 

Please reload

Follow Us
Please reload

Search By Tags
Please reload

Archive
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square